Breadcrumb
CORESINA, ANCHE LA SFORTUNA REMA CONTRO

CORESINA, ANCHE LA SFORTUNA REMA CONTRO

La Coresina gira attorno alla boa con il numero “zero” nella casella delle vittorie casalinghe. Stavolta però, al di là degli umani errori commessi in una gara più che equilibrata, ci si è messa pure la sfortuna, che ha condizionato il punteggio con l’autogol involontario di Marcelli, decisivo nel punteggio finale. Fino ad allora, nonostante il vento forte che ha condizionato non poco l’andamento del match, nessuna delle due squadre era riuscita a prevalere sull’altra. Anzi. A conti fatti, forse, i bianconeri si erano fatti preferire per lunghi tratti, a dimostrazione di come la squadra abbia ritrovato almeno la voglia di voler dire ancora la sua nella lotta alla salvezza.

 

E infatti il gol del Real Monterotondo Scalo arriva come un fulmine a ciel sereno, e viene da una doppia svista difensiva prima di Marcelli poi di Ceccarelli, che abbatte Fiorucci in area obbligando l’arbitro a concedere il penalty. Dal dischetto Nardecchia non dà scampo a mercurio, e gli uomini di Antognetti si trovano in vantaggio senza neanche accorgersene. Per fortuna passano solo 7 minuti prima che Passarani, dopo aver fatto un paio di tentativi preparatori, rimetta le cose a posto con la sua specialità, il calcio di punizione dal limite, che fulmina Baldoni sul suo palo. L’1-1 mette le ali ai bianconeri che premono sull’acceleratore. Ma è lo Scalo ad avere l’occasione più ghiotta, anzi ad andare in gol, annullato per posizione di fuorigioco di Fiorucci.

 

LA RIPRESA Nella ripresa cambia il campo e l’esposizione al vento, e la Coresina soffre qualcosina in più rispetto ai primi 45 minuti. Ciò nonostante gli eretini non si rendono mai pericolosi, fatta eccezione per un tiro ravvicinato di Nardecchia che sfiora il palo. Al 33’ sono i padroni di casa a passare in vantaggio, ma stavolta è Passarani a farsi “pizzicare” in offside dopo un’autentica magia di Sacripanti. La partita sembra indirizzata verso il pareggio, quando al 35 lo Scalo passa ancora una volta quasi per caso: Fiorucci, il migliore dei suoi, si libera sulla destra e crossa al centro: Marcelli, nel tentativo di anticipare Nardecchia, devia involontariamente la palla dentro la sua porta battendo ancora Mercurio. E’ il colpo del ko per la Coresina, che non riesce a riprendere la partita. Chiudendo con un ko, l’ennesimo, di fronte al pubblico di casa.

 

SPOGLIATOI Nonostante la prova tutto sommato positiva dei suoi il tecnico Gianluca Angelucci è un fiume in piena, e a fine partita ne ha per tutti. “Ci siamo complicati la vita da soli  - dice – nonostante la partita sia stata giocata tutto sommato bene, contro una squadra nettamente più forte, abbiamo mostrato dei limiti evidenti, soprattutto sul piano della concentrazione. Possiamo dire che i due gol ce li siamo fatti praticamente noi, e indipendentemente dall’episodio di Marcelli, che non ha neanche colpa. E’ tutta la squadra a mostrare a tratti comportamenti che non dovrebbero vedersi neanche nella scuola calcio, difficoltà ad uscire dalla nostra metà campo, arrivi in ritardo sulle seconde palle, appoggio facili sbagliati in maniera elementare. Tutto frutto di una mancanza di concentrazione che non ci porterà da nessuna parte. La situazione è quella che è – prosegue il tecnico bianconero – è una situazione che si porta avanti da tempo e per la quale non ha colpa nessuno. C’è però molto da lavorare se si vuole conquistare l’obiettivo minimo, che ora diventa almeno la conquista dei play-out. Dobbiamo impegnarci al massimo senza proclami, a fari spenti, c’è ancora tutto un girone e le cose possono cambiare, ma non cambieranno di certo se l’atteggiamento sarà quello mostrato oggi”.

 

Grande soddisfazione, ovviamente, dall’altra parte: “L’importante era conquistare i tre punti e li abbiamo conquistati – dicono dalla dirigenza del Real Scalo – le condizioni climatiche erano davvero complicate, e hanno condizionato non poco la partita. Dopo il gol del vantaggio ci siamo un attimo disuniti e abbiamo subito il pareggio, ma nel secondo tempo abbiamo preso in mano la partita, conquistando tre punti importanti su un campo difficile”.

 

SS PASSO CORESE-REAL MONTEROTONDO SCALO 1-2

 

SS PASSO CORESE Mercurio, Serratore (39’st D’Ascenzi), Ceccarelli, Marcelli (36’st Di Genova), Marinelli, Bouagba, Gerli, Mastinu, Sacripanti, Passarani, Gara (24’st Petrivelli). A disp.: Antonini, Ribaldi, Manna, Williasm. All.: Angelucci

 

REAL MONTEROTONDO SCALO Baldoni, Savini, Migani, De Simone, Albanesi, Benda, Fiorucci, Fabbricatti (30’st Di Benedetto), Nardecchia, Iezzi, Politanò. A disp.: Di Fazio, Santoni, Ricci, De Battistis, Sapuppo, Gatta. All.: Antognetti.

 

RETI 11’pt Nardecchia (rig.), 18’pt Passarani, 35’st Marcelli (aut.)

 

ARBITRO Giacobini di Roma Due (Conti di Roma Due, Filabozzi di Roma Uno)

 

NOTE ammoniti Mastinu, Di Benedetto. Recupero 1’pt, 3’st.

 

 

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi a Digg Aggiungi a Google Bookmarks Condividi su MySpace Aggiungi a Technorati

Campionato

Ultimo incontro

S.S. PASSO CORESE
24° giornata
24/02/2019
VICOVARO
 

Prossimo turno

FOOTBALL RIANO
25° giornata
03/03/2019
S.S. PASSO CORESE
 
BigMat - EDILTUTTO Consulting & Co. Simply professional logilux L'Antica Bottega

informazioni

® 2015 A.S.D. S.S.Passo Corese | Tel: 338.522.11.61 - Fax: 0765.19.30.876 | Campo sportivo: "Amerigo Di Tommaso", Via Villemur sur Tarn, snc - Passo Corese (Ri)