Breadcrumb
CORESINA KO ALL'ULTIMO RESPIRO

CORESINA KO ALL'ULTIMO RESPIRO

Come all’andata, la Coresina perde contro La Rustica soltanto nei minuti finali, in pieno recupero, al termine di una partita tutt’altro che bella, ma comunque ricca di emozioni. E di errori, i soliti incredibili errori che condannano i bianconeri all’ennesima sconfitta stagionale. Una sconfitta pesante, pesantissima per il morale, perché arrivata allo scadere, al termine di una partita che i bianconeri stavano portando a casa, per una volta con grande autorevolezza, prima di incappare nel solito vortice di amnesie e disattenzioni. E’ il reparto difensivo a soffrire, tantissimo, la pressione crescente della Rustica, che ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo, e come all’andata esce dal campo con 3 punti quasi insperati. Anche perché la squadra di Bonanni ha rincorso i bianconeri praticamente per tutto l’arco della partita, prima che la squadra di Angelucci si complicasse la vita da sola, perdendo l’ennesima occasione di avvicinare il terzultimo posto del Palombara, ancora ko contro il Poggio Fidoni.

 

La gara inizia nel migliore dei modi: al 4’ la Coresina guadagna una punizione dalla trequarti, in posizione parecchio decentrata rispetto allo specchio della porta. Capitan De Angelis è l’unico a vedere uno spazio che nessun altro avrebbe visto, e a calciare una “velenosa” che sorprende tutti e batte un non incolpevole Severoni per lo 0-1 parziale. Sembra la domenica del riscatto per la Coresina, che da quel momento in poi soffre, ma neanche poi tanto, la reazione dei capitolini. Che pressano molto, senza però creare troppi pericoli al portierino Mercurio. Alla mezz’ora succede quello che non ti aspetti: calcio d’angolo per i padroni di casa, il cross non sembra dei più pericolosi, Marcelli va sul pallone in maniera che più scomposta non si può e il suo tentativo di rinvio diventa un involontario tiro nella sua porta, che batte un incolpevole Mercurio e sancisce il pareggio dei romani. Sembra un film già visto, anche perché fino a quel momento La Rustica non aveva impressionato particolarmente, nonostante un gioco fluido palla a terra. Si va al riposo sull’1-1, un risultato che tiene aperti i giochi per il secondo tempo.

 

LA RIPRESA inizia come era iniziata la partita: dopo appena 4 minuti De Angelis – uno dei migliori in campo – si inventa un lancio da 30 metri che serve alla perfezione Gerli sulla destra, il laterale bianconero è bravissimo a portarsi la palla avanti di controbalzo, prendere la mira e fulminare Severoni con un diagonale imprendibile che gonfia la rete sul lato opposto: nuovo vantaggio per la Coresina, che fa esplodere il pubblico presente e i soliti, immancabili tifosi al seguito. Rispetto ai primi 45 minuti, la Reazione della Rustica è meno efficace, e i bianconeri sembrano tenere bene il campo. L’illusione però dura appena 12 minuti: al 16’ la difesa bianconera si riaddormenta in maniera incredibile, consentendo ad Urbani di servire tra le linee Bocchini, per il quale è un gioco da ragazzi battere Mercurio in uno contro uno. Nuovo pareggio e tutto da rifare per gli uomini di Angelucci, che nel frattempo, dopo aver richiamato D’Ascenzi per Gara, fa uscire a sorpresa un Sirico fino a quel momento ottimo per Passarani. L’attacco bianconero, anziché guadagnare freschezza, perde in velocità, e La Rustica (che nel frattempo getta nella mischia Viola, cambio determinante nella cronaca del match) guadagna progressivamente terreno. Fino a conquistarsi il match point al 27’: Bocchini riceve palla dentro l’area, e spalle alla porta viene atterrato inspiegabilmente da Ceccarelli. Per l’arbitro non ci sono dubbi: rigore per i padroni di casa e ammonizione per il difensore coresino. Dal dischetto va lo stesso bomber romano, che si fa però ipnotizzare da Mercurio e fallisce il tiro dal dischetto. Sulla ribattuta la difesa del Passo Corese si addormenta di nuovo, e quasi i padroni di casa non ne approfittano. Alla fine gli uomini di Angelucci si salvano in qualche modo, e il risultato resta in parità. Ma proprio quando la partita sembra ormai sui titoli di coda ecco che arriva il deja-vu: minuto 91, ancora una volta la retroguardia della Coresina è piazzata che peggio non si può, e La Rustica trova il varco per servire Bocchini, che tutto solo non deve fare altro che battere ancora Mercurio da posizione angolata, per il gol che vale la vittoria e i 3 punti. Una mazzata per i bianconeri, che avrebbero potuto (e forse dovuto) vincere. E che invece si ritrovano ancora in mezzo alla palude.

 

SPOGLIATOI Ha la faccia sconsolata più che mai il tecnico Gianluca Angelucci, che a fine partita riesce a malapena a trovare le parole per descrivere il match: “Purtroppo sono settimane ormai che commentiamo sempre le stesse cose – dice – quelli che commettiamo sono errori a dir poco incredibili, errori che ci condannano sempre, perché questa categoria ti punisce ogni volta che mostri il fianco. Non si possono commettere certe disattenzioni in pieno recupero, non si possono lasciare giocatori completamente soli a pochi secondi dalla fine di una partita così delicata. Dispiace tanto, tantissimo, perché anche questa volta avevamo preparato bene la gara, contro un avversario più forte di noi, che come ha avuto la possibilità di schierare uno dei suoi uomini migliori come Viola ha cambiato volto alla partita. Eppure siamo andati due volte in vantaggio, e oserei dire con merito perché fino a quel momento non avevamo sofferto poi granché. Ma noi siamo dei campioni a complicarci la vita con le nostre stesse mani, e siamo riusciti a farci un autogol, a concedere un calcio di rigore che dire evitabile è dire poco, e a regalare due gol  a Bocchini in maniera assurda, specie quello in pieno recupero. Questa è una sconfitta pesante perché arriva in maniera incredibile, ma allo stesso tempo ora dobbiamo prendere le cose positive mostrate in questa partita e ripartire subito”. Certo, non sarà facile, visto che domenica prossima al “Di Tommaso” arriva la capolista Lepanto.

 

LA RUSTICA-SS PASSO CORESE 3-2

 

RETI 4’pt De Angelis (PC), 31’pt Marcelli (aut.), 2’st Gerli (PC), 16’st, 46’st Bocchini (LR)

 

LA RUSTICA Severoni, Primavera, Verdolini, Urbani, Cicinelli, Castelletti, Campana, Giglioni (33’st Stecconi), Bocchini, Sette, Zuffardi (9’st Viola). A disp.: Assogna, Croce, Fortini, Bacchi, Petrungaro. All.: Bonanni

 

SS PASSO CORESE Mercurio, Petrivelli, Ceccarelli, Marcelli, De Angelis, Bouagba (34’st Di Genova), Gerli, Filippi, D’Ascenzi (9’st Gara), Loreti, Sirico (21’st Passarani). A disp.: Antonini, Marinelli, Serratore, Manna. All.: Angelucci

 

ARBITRO Gavini di Aprilia (Conte di Albano Laziale-Maccari di Ciampino)

 

NOTE al 28’st Mercurio (PC) para un rigore a Bocchini. Ammoniti Sette, Ceccarelli, Filippi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi a Digg Aggiungi a Google Bookmarks Condividi su MySpace Aggiungi a Technorati

Campionato

Ultimo incontro

LICENZA
23° giornata
17/02/2019
S.S. PASSO CORESE
3
 
4

Prossimo turno

S.S. PASSO CORESE
24° giornata
24/02/2019
VICOVARO
 
BigMat - EDILTUTTO Consulting & Co. Simply professional logilux L'Antica Bottega

informazioni

® 2015 A.S.D. S.S.Passo Corese | Tel: 338.522.11.61 - Fax: 0765.19.30.876 | Campo sportivo: "Amerigo Di Tommaso", Via Villemur sur Tarn, snc - Passo Corese (Ri)