Breadcrumb
VITTORIA!

VITTORIA!

Vittoria! Bisogna aspettare il turno infrasettimanale per vedere il primo, storico successo casalingo in Promozione del Passo Corese, che supera il Guidonia in rimonta e tiene il passo del Palombara - vittorioso pure lui sul campo del fanalino di coda Tor Pignattara - ma quanta sofferenza al “Di Tommaso”, durante una partita che i bianconeri di Gianluca Angelucci giocano ancora una volta meglio degli avversari, non riuscendo però a concretizzare le occasioni prodotte. Serve allora la più classica delle “scosse”, il gol del parziale svantaggio (1-0, rigore trasformato da Pacetti su fallo di mano in area di Ceccarelli al 23’ della ripresa), per vedere una reazione della squadra di casa, che prima con un gol “di rapina”, poi con un’autentica invenzione, ribalta il risultato in appena 9 minuti grazie alla doppietta di Andrea Loreti.

 

Loreti che già nel primo tempo, al 28’, sfiora l’1-0 con un colpo di testa preciso su cross al bacio di Gerli, colpo di testa che si stampa sull’incrocio dei pali, a Pagella battuto. Fino a quel momento la gara, pur rimanendo piacevole, offre pochi spunti. Poi l’occasionassima mancata galvanizza la Coresina, che qualche minuto più tardi lamenta un calcio di rigore per fallo di mano in area (netto) di Oliva, non ravvisato dall’arbitro Colelli di Ostia Lido.

 

Nella ripresa la Coresina continua a spingere, ma di occasioni vere e proprie non ne arrivano neanche dopo il cambio obbligato Sirico-D’Ascenzi. Per il furetto argentino c’è il sospetto di uno stiramento alla coscia destra. Anzi. Come un fulmine a ciel sereno arriva il calcio di rigore per il Guidonia: stavolta Colelli fischia in area un fallo di mano (altrettanto netto) di Ceccarelli, che arriva scomposto su un pallone neanche tanto pericoloso. Proteste vibranti dei bianconeri non per il fallo in sé, quanto per il non aver concesso il rigore nell’episodio precedente, con un fallo analogo. Dal dischetto Pacetti calcia forte e angolato, Mercurio non può nulla e il Guidonia passa in vantaggio.

 

La reazione della Coresina è furiosa: dopo tre minuti De Angelis si incarica della battuta di un calcio di punizione dal limite, il tiro “velenoso” del capitano inganna Pagella, che interviene in maniera goffa deviando di poco la palla, sulla quale si agguanta Loreti che pareggia i conti per l’1-1. Passano 9 minuti e ancora dall’asse De Angelis-Loreti arriva il secondo gol per il Passo Corese: il capitano lancia lungo per l’attaccante, che sembra perdere il contatto con la palla prima di superare in velocità un confuso Vulpiani, portarsi avanti la palla quel tanto che basta per fulminare ancora Pagella con un tiro ad incrociare perfetto. Esplode la gradinata bianconera, ancora una volta infiammata dal tifo incessante dei tifosi locali.

 

Il Guidonia reagisce, ma la difesa dei sabini tiene bene fino alla fine del quarto di recupero, quando il triplice fischio arbitrale fa esplodere la gioia di tutto l’impianto sportivo. Sfatando un tabù che durava da 26 settimane.

 

SPOGLIATOI “Abbiamo avuto meno sfortuna delle altre giornate - sorride ma con un pizzico di amarezza il tecnico Gianluca Angelucci, a fine partita - questa è la dimostrazione che la squadra sta bene, sia fisicamente che in mezzo al campo, e anche oggi lo ha dimostrato, facendosi preferire per lunghi tratti della gara. Proprio come domenica scorsa, quando l’unico tiro in porta  del Poggio Fidoni ci ha punito immeritatamente, stavolta siamo stati bene sia in fase difensiva che in fase di proposizione. Abbiamo sfiorato il vantaggio a metà primo tempo con quel colpo di testa di Loreti che si è stampato sul palo, poi abbiamo continuato a spingere. Non ho visto l’episodio del rigore per noi, non so dire se c’era o non c’era. Credo ci fosse invece quello fischiato al Guidonia, un altro regalo agli avversari che alla prima occasione ci hanno colpito. Poi da lì siamo stati bravissimi a reagire andando subito a spingere, e abbiamo pareggiato subito anche grazie ad un intervento non perfetto del portiere del Guidonia - e Angelucci, da ex portiere, sa bene di che parla - sapevamo che il pari non serviva a nulla, sapevamo del contemporaneo risultato di Tor Pignattara (il successo del Palombara), e ci siamo andati a cercare la vittoria, che abbiamo conquistato anche con merito (con il tecnico della Coresina si è complimentato in prima persona, a fine gara, il presidente del Guidonia). Ora dobbiamo continuare così, senza guardare troppo la classifica o i risultati delle altre squadre. Cercando di portare a casa più punti che si può, e poi alla fine si faranno i conti. Perché ci sono ancora troppi punti lasciati per strada che bruciano, e hanno creato quel solco che stiamo cercando di recuperare. Non sarà facile, anzi sarà difficilissimo, ma non è ancora impossibile. E noi ci crederemo. Fino alla fine”.

 

 

SS PASSO CORESE-GUIDONIA 2-1

 

 

SS PASSO CORESE Mercurio, Gerli, Ceccarelli, Marcelli, De Angelis (37’st Bouagba), Moyano, Sirico (13’st D’Ascenzi), Filippi, Loreti, Manna (5’st Serratore), Manili. A disp.: Antonini, Ribaldi, Madonia, Petrivelli. All.: Angelucci.

 

GUIDONIA Pagella, Rausa, Oliva, Vulpiani, Petrocchi, Sabatilli, Filomena A. (8’st Mencio), Filomena S. (11’st Mastrantonio), Pacetti, Alberghini, Tiberi (28’st De Stefano). A disp.: Masci, Catkin, Tavaniello, Batrami. All.: Franceschini

 

ARBITRO Colelli di Ostia Lido (Anselmo di Roma Due-Ferrentino di Ostia Lido)

 

RETI 23’st Pacetti (rig.), 26’st, 35’st Loreti

 

NOTE Ammoniti Vulpiani e Tiberi (G)

 

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi a Digg Aggiungi a Google Bookmarks Condividi su MySpace Aggiungi a Technorati

Campionato

Ultimo incontro

TIVOLI CALCIO 1919
34° giornata
12/05/2019
S.S. PASSO CORESE
5
 
0

Prossimo turno

Nessun incontro in programma
BigMat - EDILTUTTO Consulting & Co. Simply professional logilux L'Antica Bottega

informazioni

® 2015 A.S.D. S.S.Passo Corese | Tel: 338.522.11.61 - Fax: 0765.19.30.876 | Campo sportivo: "Amerigo Di Tommaso", Via Villemur sur Tarn, snc - Passo Corese (Ri)